Il Montello in marcia

Sono stati oltre quattromila a partecipare oggi alla Marcia dei 1000 piedi organizzata da Ritmi e danze dal mondo sul Montello, in provincia di Treviso, lungo la Piave, per affermare che esiste un altro Montello, oltre la violenza delle parole. L’iniziativa nasce dopo la comparsa, lo scorso dicembre, di uno striscione contro l’ipotesi di utilizzare una ex polveriera per alloggiare 98 profughi: “Benvenuti sul Montello. Sarà il vostro inferno”.

I volontari di Ritmi e danze dal mondo non ci stanno a lasciare che la sola immagine del territorio sia quella dell’intolleranza. Scrivono una lettera aperta ai cittadini, per affermare che quella di alloggiare i profughi nella polveriera, in un grande centro, non è una buona soluzione, né per chi accoglie né per chi viene accolto, ma “quello delle migrazioni”, scrivono, “è un fenomeno complesso, che non si può risolvere gridando gli uni contro gli altri, né esasperando le paure o riconducendo tutto a bianco o nero. Vogliamo trasformare gli slogan di protesta in energie, per costruire una convivenza possibile e sicura per tutti“.

L’appello non a caso arriva da parte di un’organizzazione che da 22 anni lavora per il dialogo, l’inclusione e la conoscenza dell’altro, organizzando il festival Ritmi e danze dal mondo, a cui partecipano moltissimi gruppi e associazioni di migranti e che attira persone da tutto il nord Italia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...